2011/07/20 - E’ italiano il primo format tv di videoclip

Ormai è risaputo, è italiana l’invenzione dei videoclip musicali. Lo aveva scritto l’autorevole giornalista Rai Michele Bovi nel suo libro “Da Carosone a Cosa Nostra” e ne ha dato conferma l’Editore Michele Piacentini mettendo a pubblica disposizione parte del materiale video-cinematografico realizzato dal padre negli anni 1959-1967.

 

 

In quegli anni vennero realizzati i primi filmati musicali a colori ed in pellicola a 35mm che avevano lo scopo di promuovere i 45 giri in vinile ed i relativi cantanti attraverso il Cinebox (il juke-box con schermo).

I nomi dei cantanti di quel periodo, forse il più fervido per la storia musicale italiana, suonano ancora forte in questi anni perché, nel repertorio cine-musicale del regista e produttore Tullio Piacentini, spiccano personaggi come Gianni Morandi, Edoardo Vianello, Peppino Di Capri, Luigi Tenco, Gabriella Ferri, Bobby Solo, Gigliola Cinquetti, Jimmy Fontana, Patty Pravo, Lucio Dalla, Sergio Endrigo, Nicola Di Bari e tanti altri, superando le centinaia di video realizzati.

Ma solo di recente, aprendo un vecchio e sottovalutato fascicolo di Tullio Piacentini su cui era scritto ‘contabilità e fornitori’, si è fatta un’altra importantissima scoperta: il primo format televisivo di videoclip musicali!

Quando si pensa ad un videoclip la mente ci porta a collocarlo in automatico al piccolo schermo, ma i documenti contenuti in questo fascicolo ci fanno capire il passaggio storico dei filmati musicali dal cinema alla televisione… un po’ come capire qual è stata l’intuizione che ha fatto combinare l’invenzione della ruota con l’interazione di un asse per far muovere un carro.

Ebbene il progetto ci fu e fu culturalmente ben realizzato. Univa, già nel 1967, promozione musicale e promozione turistica e venne realizzato per gli standard televisivi della Rai di quel periodo. Il suo titolo era “Passeggiando per Subiaco” e, attraverso una passeggiata di una giovane donna per le vie della cittadina stessa, si potevano vedere artisti di alto livello (Patty Pravo, Mal e The Primitives, Lucio Dalla, ecc.) cantare nei luoghi più monumentali di Subiaco.

, confida il giornalista Bovi a Michele Piacentini. < – aggiunge Piacentini durante un’intervista – che la Rai di quegli anni abbia lasciato alle televisioni straniere il primato della prima messa in onda televisiva di un format di questa portata (…)>>.

Infatti è del 1969 il primo programma televisivo di questo genere e andò in onda nella nascente Televisione Svizzera Italiana. Poi venne proposto da altre tv europee (Portogallo, Grecia, Spagna, ecc.) e solo nel 1972 dalla Rai con un programma condotto da Sandro Ciotti.

< – continua Michele Piacentini con un sorriso soddisfatto – abbiamo anticipato gli inglesi e gli americani di qualche anno, anche se bisogna dire che a loro va il merito dell’invenzione della parola “videoclip” e del primo canale tv dedicato esclusivamente alla musica come è stato con MTV nel 1981 (…)>>.

Questa scoperta è uno degli argomenti portanti della “2^ Mostra del Cinema di Subiaco – Memorial Tullio Piacentini” (Premio Presidente della Repubblica) che quest’anno si svolgerà tra il 21 ed il 28 agosto 2011 di fronte al Comune di Subiaco (Roma), che riproporrà la proiezione dell’inedito filmato “Passeggiando per Subiaco”, la storia del videoclip musicale e che si  consigli a tutti di andare a visitare per i tanti altri contenuti che esporrà.

L’organizzazione e la ricerca del materiale video e fotografico e di tutti i documenti esposti è curata dall’Ass. Cult. Simbruina Stagna di Subiaco e da Les Artistes di Roma.