2012/12/08 - Sospesa la Mostra del Cinema di Subiaco Memorial Tullio Piacentini

8 gennaio 2013: COMUNICATO STAMPA INCONTRO SINDACO-PIACENTINI

A seguito delle repliche del Comune di Subiaco (Roma) del 03/01/2013, con le quali ha affermato di essersi adoperato per il buon proseguimento della "Mostra del Cinema di Subiaco - Memorial Tullio Piacentini" (Premio Presidente della Repubblica), seguite dalle puntualizzazioni dell'Editore Michele Piacentini del 04/01/2013 che si riteneva sorpreso di quanto fosse emerso dopo le sue segnalazioni, è stata avviata dalla scrivente struttura la verifica delle notizie apprese al fine di dar seguito alla preparazione della 3^ edizione della Mostra stessa.
Altresì si comunica che nel corso della corrente settimana avrà luogo l'incontro tra il Sindaco Francesco Pelliccia e l'Editore Michele Piacentini per valutare tutti gli aspetti che hanno determinato la scelta di sospendere temporaneamente la Mostra e per fugare qualsiasi dubbio derivato dalla mancata comunicazione diretta tra il Comune di Subiaco e l'Editore Piacentini.
Contestualmente si precisa, qualora ci sia la concreta disponibilità di dare lustro a livello nazionale alla Mostra e conseguentemente alla collettività di Subiaco, che l'eventuale organizzazione della 3^ edizione della Mostra sarà curata direttamente da Michele Piacentini o da struttura da lui indicata, la cui onestà e trasparenza su questo evento non necessità di ulteriori dimostrazioni, al fine di evitare qualsiasi tipo di gestione equivoca per il futuro. Ad ogni modo e sempre nell'ipotesi di avvio della 3^ edizione, verranno pubblicati sulla rete tutti i dettagli organizzativi compresi quelli relativi agli aspetti economici.
Sig. Milesa
Relazioni Pubbliche

- Link sulla mostra sospesa: http://www.lesartistes.it/site/index.php/news/500-20121208-sospesa-la-mostra-del-cinema-di-subiaco-memorial-tullio-piacentini
- Link 1^ edizione della mostra (2010): http://www.lesartistes.it/site/index.php/archivio-mostre/232-1-mostra-del-cinema-di-subiaco-memorial-tullio-piacentini
- Link 2^ edizione della mostra (2011): http://www.lesartistes.it/site/index.php/archivio-mostre/233-2-mostra-del-cinema-di-subiaco-memorial-tullio-piacentini

 

4 gennaio 2013: PUNTUALIZZAZIONI DI MICHELE PIACENTINI AL SINDACO DI SUBIACO:

Gentile Sindaco Francesco Pelliccia,
Ti ringrazio per aver finalmente fornito una risposta dopo che la stampa ha riportato quanto accaduto.
Leggo dalla Tua replica notizie piuttosto sorprendenti e soprattutto contraddittorie rispetto a quanto riferitomi dall'Associazione Simbruina Stagna, che mi ha contattato ieri mattina quasi solidalizzando con il mio malumore.
Ad ogni modo, per darTi l'idea della mia totale trasparenza, ti preciso:

1) relativamente alla lettera scritta di mia sponte, essa è tale in quanto io (e con me il materiale cinematografico in questione) non ho alcun legame con l'Associazione Simbruina Stagna ne con nessun'altra struttura e ciò mi permette di essere totalmente libero di esprimere ogni mio pensiero;
2) relativamente alle esclusioni e ai dinieghi alle proposte culturali, per quanto mi riguarda, ritengo che il silenzio sia una grave e subdola forma di diniego... e questo è quanto ho lamentato io;
3) relativamente al contributo fisico, giustamente i moduli espositivi sono di proprietà di chi li detiene o di chi li mette a disposizione come service (nolo allestimenti);
4) relativamente al possesso del film, mi sorprende leggere della pretesa di avere copia del film al solo costo del riversamento da pellicola a dvd; inoltre, per ciò che riguarda la mia partecipazione, testimone la Simbruina Stagna, ha avuto il valore aggiunto di aver anticipato una somma di quasi 3.000 euro (tra materiali, stampe pubblicitarie e varie) affinché venisse rispettata la data della 1^ edizione della Mostra (2010) e della quale somma vorrei rientrare in possesso, per la parte rimanente, al più presto;
5) relativamente ai contributi economici dei quali io non ho mai percepito nulla, per la 2^ edizione (2011) mi giunge assolutamente nuova la Tua notizia che la Mostra abbia ricevuto la somma di 5.000 (!); per la 3^ edizione ancora non svoltasi, posso dire di essere con gli occhi fuori dalle orbite sia perchè non ne sapevo assolutamente nulla e sia perchè mi era stato confermato che non era stato concesso alcun fondo economico... figuriamoci 8.000 euro ed eventuali altri contributi aggiuntivi!;
6) relativamente alle difficoltà esternate dall'Associazione Simbruina Stagna per la 3^ edizione (vedi lettere pubblicate sul sito www.lesartistes.it), la stessa fa riferimento non alle tempistiche ma all'ingaggio di personaggi del "jet set" da me mai lontanamente menzionati!; come ho già precisato, visto che ero stato avvisato solo pochi giorni prima della data di inizio della Mostra, ho semplicemente declinato l'invito perchè in assenza di un personaggio noto o di un adeguato ufficio stampa l'evento non avrebbe avuto alcun riscontro mediatico e non avrebbe portato alcun vantaggio alla Mostra stessa (e a Subiaco) e tantomeno avrebbe tutelato l'immagine di Tullio Piacentini (la cui figura sarà commemorata anche all'estero nel corso del 2013); per mera puntualizzazione, l'importo del cachet di un personaggio noto (esclusi i big) oscilla tra i 1.500 e i 5.000 euro;
7) relativamente alle lettere aperte, Ti consiglio di far verificare l'indirizzo di posta elettronica del Sindaco citato nel sito del Comune di Subiaco, su cui sono state spedite e dove ha scritto anche l'Associazione Simbruina Stagna con la sua lettera alla quale fai riferimento.

Ma il punto più importante è che da parte mia non è mai stato chiesto un soldo di guadagno poichè ho sempre concesso la mia disponibilità unicamente per legami affettivi ed in totale buona fede! Con la stessa buona fede ho provato a contattarTi direttamente e a trasmetterTi i miei messaggi con anticipo tramite l'Associazione Simbruina Stagna alla quale, già da settembre scorso, avevo detto che avrei tutelato la figura di Tullio Piacentini anche attraverso la stampa... uno dei settori nei quali opero da diversi anni.
Sono convinto che sarebbe un vero spreco rinunciare alla possibilità di dar seguito ad un evento di questo genere ed altrettanto sono convinto che debbano essere riviste tutte le modalità organizzative.
Michele Piacentini

 


3 gennaio 2013: REPLICA DEL SINDACO DI SUBIACO FRANCESCO PELLICCIA:


L'Amministrazione comunale ci ha inviato (SubyNews BlogSpot) una replica all'articolo contenente la lettera del Sig. Piacentini che criticava la scelta dell'Amministrazione di non dare più seguito alla Mostra del Cinema "Passeggiando per Subiaco". Ecco di seguito la risposta dell'Amministrazione:

"In risposta alla lettera inviata dal Sig. Piacentini dal titolo “SUBIACO - Quando un Comune snobba la cultura premiata dal Quirinale”, l’amministrazione intende puntualizzare che innanzitutto questa è stata scritta di sua sponte, senza coinvolgere l’associazione Simbruina Stagna, che insieme a lui ha organizzato la manifestazione dedicata a Tullio Piacentini, che da noi contattata, si dissocia completamente dal contenuto della stessa.

Arrivando al contenuto della lettera, riportiamo alcuni stralci significativi, ma che certamente non corrispondono alla realtà dei fatti. Il sig. Piacentini fa riferimento, inserendo anche la sua persona, a esclusioni o quantomeno dinieghi rispetto a proposte culturali che noi avremmo bocciato, e cito testualmente ”A ciò si sono aggiunte anche le lamentele di coloro che si sono visti annullare tanti sacrifici tesi a promuovere la Città di Subiaco e la sua cultura, un tempo prestigiosa.” A chi si riferisca non è dato saperlo, ma certamente è dato sapere quanto questa città, amministrazioni comprese, abbia appoggiato questo progetto.

Ricostruiamo rapidamente quanto sostenuto, citando per correttezza, anche i contributi dati dalla precedente amministrazione, oltre che l’ass. Simbruina Stagna. Innanzitutto il materiale esposto, compresi i moduli espositivi, sono in gran parte di proprietà dell’associazione Simbruina Stagna, il sig. Piacentini ha contribuito portando nome e il celebre filmato “Passeggiando per Subiaco” e lo ringraziamo per questo, ma ricordiamo che tale pellicola è stata recuperata e restaurata grazie all’impegno economico dell’associazione, e che questa pellicola è di proprietà del Sig. Piacentini, che non l’ha ceduta neanche in parte, nè all’associazione nè al Comune, anche solo come testimonianza storica.

Inoltre gran parte l’onere di produzione delle stampe, oltre al gettone di presenza dato a Patty Pravo, sono stati sempre a carico dell’associazione Simbruina Stagna, che nella lettera non è minimamente citata, nè riconosciuto il suo contributo. La 1° edizione (2010) del Memorial è stata appoggiata dal Comune, con un contributo di circa 1.000 euro utilizzato per lo sfruttamento della location, presso il convento di San Francesco, oltre che naturalmente dal patrocinio. La 2° edizione (2011) ha ricevuto un contributo ministeriale di 5.000 euro, richiesto dalla precedente amministrazione, e concesso come da progetto, dall’attuale, oltre al patrocinio ed alla promozione all’interno delle manifestazioni dell’estate sublacense.

Arrivando alla 3° ed. (ancora non svolta), l’attuale amministrazione, proprio con il proposito di dare un impulso alla crescita dell’evento, nel mese di ottobre ha preparato e presentato un progetto presso la Regione Lazio, all’interno di un programma di finanziamento volto allo sviluppo e alla qualificazione delle attività cinematografiche ed audiovisive per l’anno 2012, in attuazione della L.R. 13/4/2012 n°2. Il progetto presentato dal titolo “Memorial Tullio Piacentini” è stato ben accolto e poco prima di Natale è arrivata la comunicazione che la Regione ha concesso, per lo svolgimento dell’evento, un contributo pari a 8.000 euro (rif. Del. G.R. n. 515 del 17/10/2012).

Oltre a tale contributo ci siamo resi disponibili a integrare, qualora lo si ritenesse necessario, anche con contributi comunali aggiuntivi. Abbiamo inoltre offerto per lo svolgimento della manifestazione le sale della Rocca, abbattendo così per la realizzazione dell’evento, anche i costi di eventuali locazioni sostenuti in precedenza. Per la data prefissata, l’associazione Simbruina Stagna ha comunicato un oggettiva difficoltà ad organizzarla per i tempi stabiliti, cosa assolutamente comprensibile, visto lo sforzo organizzativo a cui è chiamata.

Il sig. Piacentini ha ritenuto di dover accusare questa amministrazione di aver snobbato il Memorial, in una mail inviata il 30 ottobre 2012 dice, cito testualmente “Ovviamente, come tutti ben sappiamo, organizzare una mostra non significa solo appendere delle fotografie ma soprattutto organizzarla in modo tale che venga interessato l’utente attraverso un’adeguata comunicazione stampa ed eventualmente anche attraverso il coinvolgimento di personaggi del mondo dello spettacolo.

“ A seguito di questa mail, insieme all’associazione Simbruina Stagna, si è concordata una proposta che potesse accogliere, compatibilmente alle risorse, le richieste del sig. Piacentini, specificando però che “non vi erano sufficienti fondi per ingaggiare personaggi celebri, poiché questo avrebbe tolto risorse che potevano essere invece utilizzate per la promozione e l’allestimento della mostra[..].

Sperando di fare cosa gradita organizzando quest’evento rimaniamo in attesa di un tuo riscontro sull’iniziativa per procedere con la campagna di comunicazione”. Questa comunicazione è stata inviata dall’associazione Simbruina Stagna il 21 novembre. La risposta, riassumendo, è stata la seguente “Con rammarico constato che le condizioni che tuo malgrado mi poni non rispecchiano assolutamente le aspettative che si potrebbero ottenere da una terza edizione del Memorial e non tutelano sufficientemente la figura di Tullio Piacentini, qualora venisse inserita in un contesto di altri eventi/personaggi da promuovere attraverso la mostra che mi hai accennato. Pertanto, e con dispiacere, sono obbligato a rinunciare a questa proposta e conseguentemente a porre il divieto di utilizzo di qualsiasi riferimento diretto e indiretto su Tullio Piacentini, sulla sua vita pubblica, sulle sue attività cinematografiche ecc.. […]” Ci teniamo a precisare, che non siamo mai entrati nel merito dell’organizzazione della manifestazione, rispettando l’autonomia organizzativa dei soggetti, ma abbiamo solo partecipato e dato il nostro contributo solo li dove c’è stato richiesto. Per concludere, siamo fortemente rammaricati per la lettera del sig. Piacentini, ma certamente il nostro impegno per il proseguimento della manifestazione è certo e supportato anche dal contributo economico e d’idee che ci siamo impegnati a dare, ma ricordando che denigrando l’amministrazione ed una città, senza che vi siano stati fatti negativi rilevanti, lo riteniamo decisamente poco giustificabile.

Mi permetto, inoltre, di segnalare che è alquanto strano che una lettera che dovrebbe avere la finalità di stimolare un confronto e denominata “lettera aperta al sindaco”, in realtà non sia mai stata recapitata né direttamente, né digitalmente al Sindaco stesso, ma solamente resa pubblica attraverso blog o siti di informazione. Un atteggiamento paradossale che potrebbe generare fraintendimenti e apparire come una strumentalizzazione dei soliti noti, sempre pronti a creare conflittualità e divisioni nella comunità di Subiaco, e non certo a favore della soluzione di problemi a vantaggio della collettività. Restiamo a disposizione dell’associazione Simbruina Stagna e del sig. Piacentini per dare seguito al progetto, anche alla luce dell’importante finanziamento regionale concesso, che sarebbe certamente grave perdere, viste le importanti finalità a cui è destinato.

Un cordiale saluto.

Il Sindaco Francesco Pelliccia

L’Assessore al Turismo Roberto Pelliccia
"

 

2 gennaio 2013: QUANDO UN COMUNE SNOBBA LA CULTURA PREMIATA DAL QUIRINALE

E’ accaduto a Subiaco, una piccola cittadina della provincia di Roma ma molto legata al sistema politico-amministrativo dell’appena caduta Giunta della Regione Lazio. Sicuramente la questione qui illustrata è di minore rilevanza rispetto ai gravi problemi che la Città deve affrontare come, ad esempio, quello della gestione dell’Ospedale pubblico in via di definitiva chiusura. Però, per un’amministrazione comunale capace, queste difficoltà non dovrebbero mettere a rischio le altre attività certamente più semplici da gestire e di sicura utilità per i cittadini stessi.

La giovane giunta comunale di Subiaco, insediatasi nella scorsa primavera, ha segnato il suo esordio riempiendosi di numerosi malcontenti locali spesso provenienti dalle stesse persone che avevano contribuito all’ascesa del giovane Sindaco al piccolo Campidoglio sublacense. A ciò si sono aggiunte anche le lamentele di coloro che si sono visti annullare tanti sacrifici tesi a promuovere la Città di Subiaco e la sua cultura, un tempo prestigiosa.

Tra costoro vi è anche il sottoscritto che, ignaro ed estraneo ad ogni logica politica locale, si è visto malamente trattare la “Mostra del Cinema di Subiaco – Memorial Tullio Piacentini” dopo aver messo a disposizione, su richiesta della precedente amministrazione comunale, il materiale cinematografico dello scomparso Tullio Piacentini che a Subiaco portò, nel 1967, i giovanissimi cantanti Patty Pravo, Lucio Dalla, Nicola Di Bari, Fred Buongusto e tanti altri ancora per realizzare uno dei suoi film musicali “Passeggiando per Subiaco”, ancora inedito.

Non è chiara la ragione di questo maltrattamento ma di certo c’è che nessuno, all’interno dell’attuale Comune, si è voluto adoperare in alcun modo per organizzare una terza edizione della mostra video-fotografica che, nelle precedenti edizioni del 2010 e del 2011, ha portato alla ribalta nazionale un aspetto della storia e della cultura di Subiaco proprio grazie al fenomeno culturale dell’invenzione dei Videoclip Musicali avvenuta con le produzioni cine-televisive del regista-produttore Tullio Piacentini, a cui la mostra è intitolata.

Però è quasi chiaro il tentativo di aggirare la questione, chissà quale (?), cercando di promuovere altre iniziative che scopiazzano il contenuto o il titolo di un evento culturale... che è costato poco o anche niente alla collettività e che ha dato lustro all'intera cittadina riportando a Subiaco illustri personaggi come la stessa Patty Pravo, Ninetto Davoli, Cetta Petrollo Pagliarani ed altri ancora.

Il caso in questione non ha nessun coinvolgimento emotivo personale, anche se invece rafforzerebbe di più quanto sostenuto proprio per il legittimo legame affettivo, ma piuttosto viene criticato questo subdolo costume perché è evidente che l’evento è stato strumentalizzato a piacimento personale come purtroppo spesso accade da parte di alcuni amministratori pubblici che, come duramente sostenuto dallo scrivente già da molto tempo prima, usano concedere troppi facili Patrocini gratuiti… anche a cani e porci!

A scanso di ogni equivoco aggiungo che è altrettanto certo e triste, in primo luogo per i cittadini di Subiaco, vedere che questa amministrazione comunale e chi per essa non ha soltanto maltrattato il valore che la mostra porta con sé ma che ha addirittura snobbato l’auspicio che il Quirinale ha espresso assegnando, cosa assai rara, sia nel 2010 e sia nel 2011 due Medaglie Premio del Presidente della Repubblica. Davanti ad un fatto del genere non vi è parola alcuna che possa giustificare il totale silenzio o l’incapacità di questa e di qualsiasi altra amministrazione comunale!

Con rammarico, personale e non, accetterò di dare nuovamente la mia disponibilità e quella del materiale video-fotografico inerente al cineasta Tullio Piacentini esclusivamente quando torneranno i tempi di genuina e trasparente volontà ad aprirsi alla cultura.


di Michele Piacentini

LINK:
- Lettere aperte al Sindaco di Subiaco: http://www.lesartistes.it/site/index.php/news/500-20121208-sospesa-la-mostra-del-cinema-di-subiaco-memorial-tullio-piacentini
- Articolo sulla crisi della cultura: http://www.michelepiacentini.com/cultura-dalla-crisi-alle-oasi-verdi/
- Mostre relative alla Cine-Musica: http://www.lesartistes.it/site/index.php/archivio-mostre

ALLEGATI:
- Locandina della mostra di Subiaco sospesa per il 2012;
- Manifesto della mostra "Luigi Tenco e Tullio Piacentini: i rivoluzionari della VideoMusica" avvenuta a Genova;

AUTORIZZO IL TRATTAMENTO DEI DATI E L'UTILIZZO DEGLI ALLEGATI INCLUSI ALLA PRESENTE EMAIL.

 

8 DICEMBRE 2012: COMUNICATO STAMPA - SOSPESA LA TERZA EDIZIONE DELLA "MOSTRA DEL CINEMA DI SUBIACO - MEMORIAL TULLIO PIACENTINI"

E' sospesa la 'Mostra del Cinema di Subiaco - Memorial Tullio Piacentini': "A seguito della non adeguata operatività dell'amministrazione comunale della Città di Subiaco e soprattutto a seguito dei lunghi silenzi della stessa che hanno posto di fatto le condizioni che impediscono l'allestimento della terza edizione della Mostra, ho ritenuto di dover sospendere ogni mia disponibilità per l'organizzazione di un'edizione arrangiata e per evitare usi impropri del buon nome della stessa, della figura di mio padre Tullio Piacentini e, tra altre ragioni, della salvaguardia dei riconoscimenti finora ottenuti quali il Premio del Presidente della Repubblica, ricevuto in entrambe le precedenti edizioni. Riporto di seguito le lettere aperte integrali che evidenziano le ragioni che hanno determinato la non piacevole scelta di sospendere ogni mia disponibilità concessa in buona fede. F.to Michele Piacentini"

 

 

30 OTTOBRE 2012 (indirizzata al Sindaco di Subiaco Francesco Pelliccia e per conoscenza all'organizzatore Mirko Cellanetti):

LETTERA APERTA

Gentile Francesco Pelliccia,
faccio seguito alla mancata organizzazione della 3^ edizione della "Mostra del Cinema e della Fotografia di Subiaco - Memorial Tullio Piacentini" per esternarTi con la presente qualche mia perplessità e per sperare che non ci sia del disinteresse nei confronti di questa manifestazione.
Come già Ti avevo accennato nel giorno di chiusura della 2^ edizione, questa mostra è la conseguenza di alcune richieste fattemi nel 2009 da parte dell'amministrazione comunale di Subiaco che aveva promesso di aprire un museo stabile del Cinema e della Fotografia di Subiaco e della Valle dell'Aniene intitolandolo a mio padre Tullio Piacentini per via del film "Passeggiando per Subiaco" che lì realizzò nel 1967. In attesa dell'attuazione di tale programma il Comune di Subiaco nel 2010 aveva dato avvio alla prima delle mostre annuali dal titolo sopra citato e tese a promuovere il territorio sublacense, così come furono gli intenti anche di mio padre negli anni '60. Quindi, in questa ottica, mi sono reso disponibile ad offrire alla città di Subiaco la possibilità di anticipare (con i conseguenti vantaggi di buona immagine e di riscontro da parte dei mass media nazionali) un lavoro che avevo già iniziato a Roma per promuovere l'opera cinematografica di mio padre nel primato mondiale della creazione dei Videoclip Musicali. Inoltre, cosa estremamente rara che accada per tutta una serie di norme sul diritto d'autore in ambito cinetelevisivo ma soprattutto fatta con piacere ed in perfetta buona fede da parte mia, ho messo a disposizione della collettività sublacense la proiezione dell'inedito film "Passeggiando per Subiaco".
Nel corso di questo 2012, come avevo anticipato alla precedente amministrazione comunale e come avevo accennato anche a Te quando ci siamo incontrati l'anno scorso, in più parti d'Italia è stata accolta la mostra sull'invenzione italiana dei Videoclip (ovvero l'omaggio alla figura di Tullio Piacentini) con enorme successo di immagine, di riscontro del pubblico e di attenzione da parte della stampa. Però in questo percorso, sostanzialmente culturale, vedo che è venuta meno la partecipazione del Comune di Subiaco... con la mancata organizzazione della 3^ edizione del Memorial Tullio Piacentini. 
Tramite Mirko Cellanetti, che ci legge in copia e che aveva organizzato le due precedenti edizioni, ho saputo con pochi giorni di anticipo che la mostra di quest'anno (un po' a sorpresa per quanto mi riguarda) era stata inserita in non so quale calendario per la fine di agosto passato. Ovviamente, come tutti ben sappiamo, organizzare una mostra non significa solo appendere delle fotografie ma soprattutto organizzarla in modo tale che venga interessato l'utente attraverso un'adeguata comunicazione stampa ed eventualmente anche attraverso il coinvolgimento di personaggi del mondo dello spettacolo... aspetti essenziali che, a pochi giorni dalla presunta apertura della terza edizione, erano totalmente inesistenti.
Per amore di chiarezza e di totale trasparenza da parte mia Ti riferisco che da alcune voci dei vicoli sublacensi mi è stata posta la domanda sul fatto di temere che un mio irrigidimento potesse in qualche modo compromettere l'esito della richiesta (presentata da altre persone al Comune di Subiaco) di intitolare una strada o un parco a nome di mio padre... domanda alla quale ho chiaramente risposto che questa cosa, se avverrà, sarà per me un enorme piacere ma dovrà essere frutto di un sentimento popolare e non di una sorta di baratto.
Concludo chiedendoTi scusa per l'estrema schiettezza ma soprattutto per chiederTi conferma che da parte Tua, in qualità di Sindaco di Subiaco, ci sia la volontà di portare avanti un progetto principalmente culturale con criteri di promozione a livello nazionale, per il quale sottolineo che io non ho mai avuto alcuna forma di guadagno e che l'organizzatore delle precedenti edizioni (l'associazione Simbruina Stagna rappresentata da Mirko Cellanetti) avrebbe difficoltà persino a reperire i fondi minimi essenziali delle precedenti edizioni.
Mi auguro vivamente che vorrai comprendere la mia preoccupazione, non solo emotiva, ma anche organizzativa in quanto ormai sono nella condizione di dover tutelare gli ottimi risultati raggiunti nelle altre città italiane e nei progetti in preparazione per il prossimo futuro. Altrettanto mi auguro che Tu riesca a porre le basi necessarie per far avviare la 3^ edizione di questa mostra, con criteri tesi alla visibilità nazionale ed entro la fine del 2012.
Cordialmente.
Michele Piacentini

 

21 NOVEMBRE 2012 (indirizzata da Mirko Cellanetti a Michele Piacentini e per conoscenza al Sindaco di Subiaco Francesco Pelliccia):

Carissimo Michele,

l’associazione Simbruina Stagna che rappresento, da sempre ha nel cuore la storia di Tullio Piacentini e abbiamo cercato di fare del nostro meglio nell'organizzazione del Memorial realizzando eventi con materiale e contenuti di pregio.
Quest’anno per la terza edizione del memorial abbiamo pensato al seguente tema:

“3ª Mostra del Cinema e della Fotografia
Memorial Tullio Piacentini
Un istantanea di un viaggio nella storia sublacense tra personaggi, film e cultura”

Subiaco da sempre è stata meta per molti personaggi e teatro di importanti avvenimenti storico culturali, la mostra di quest’anno che si terrà presso la Rocca dei Borgia dal 16 Dicembre 2012 al 16 Gennaio 2013, vuole raccontare attraverso la fotografia, momenti e personaggi che si sono avvicendati nel nostro territorio nello scorso secolo.
Una sezione della mostra è dedicata a Tullio Piacentini regista, sceneggiatore e giornalista italiano nonché produttore. Tra i suoi film ricordiamo “Questi pazzi pazzi italiani”, “Il viale della canzone”, “008 Operazione Ritmo” e soprattutto “Passeggiando per Subiaco” realizzato nel 1967 con un cast eccezionale che vedeva debuttanti sul grande schermo Patty Pravo, Lucio Dalla, Mal e tanti altri. Questo lavoro ad oggi ancora inedito, ha segnato l'avvento del videoclip musicale nella nascente storia della televisione ed è stato anche il primo format televisivo dei videomusicali.
Una sezione speciale della mostra è dedicata a tutti gli audiovisivi che nel set o nella trama, hanno dato lustro al nostro territorio, tra i titoli in evidenza “Una città in fondo alla strada” sceneggiato Rai con Massimo Ranieri.
All'interno della rocca che ha visto nascere Lucrezia e Cesare Borgia verrà allestita una sala cinema dove verrà proiettato il film "Una città in fondo alla strada".

Con rammarico non abbiamo la possibilità di poter ingaggiare personaggi del “jet set” da inserire nell'evento ma coalizzando le forze comunicative del comune e della nostra associazione cercheremo di dare il giusto risalto alla manifestazione e al personaggio di Tullio Piacentini che ricordiamo con questa manifestazione.
Sperando di fare cosa gradita organizzando quest’evento rimaniamo in attesa di un tuo riscontro sull'iniziativa per procedere con la campagna di comunicazione.
Un caro saluto

 

28 NOVEMBRE 2012 (indirizzata da Michele Piacentini a Mirko Cellanetti e al Sindaco di Subiaco Francesco Pelliccia):

Caro Mirko,
ti ringrazio della tua email anche se avrei sperato di ricevere delle risposte ai miei quesiti, ancora disattesi, da parte del Comune di Subiaco con il quale aveva avuto inizio il Memorial e che adesso è tuttora silente.
La questione del "jet-set" non è stata mai posta in questi termini ma, memore dell'esperienza della passata edizione e considerati i tempi ristretti in cui sono stato avvisato prima delle probabili inaugurazioni (agosto scorso ed il 16 dicembre prossimo), è stata sottolineata invece da parte mia e sempre con largo anticipo (addirittura da gennaio 2012) l'importanza della garanzia di un personaggio del mondo dello spettacolo o di un adeguato ufficio stampa che con la sua/loro presenza potesse consentire di far recuperare i ritardi di avvio della terza edizione del Memorial per ottenere validi risultati mediatici.
So bene degli sforzi, anche economici, che devi affrontare come associazione per promuovere qualsiasi iniziativa culturale e ti ringrazio per tutto il tuo operato sulla figura di mio padre. Altresì sappiamo bene entrambi degli sforzi che ho dovuto affrontare anch'io e che non posso più sostenere... soprattutto per il timore che possano essere strumentalizzati per fini diversi dalla riscoperta della figura del personaggio di Tullio Piacentini, iniziativa proposta dal Comune stesso e non da me.
Con rammarico constato che le condizioni che tuo malgrado mi poni non rispecchiano assolutamente le aspettative che si potrebbero ottenere da una terza edizione del Memorial e non tutelano sufficentemente la figura di Tullio Piacentini, qualora venisse inserita in un contesto di altri eventi/personaggi da promuovere attraverso la mostra che mi hai accennato. Pertanto, e con dispiacere, sono obbligato a rinunciare a questa proposta e conseguentemente a porre il divieto di utilizzo di qualsiasi riferimento diretto e indiretto su Tullio Piacentini, sulla sua vita pubblica, sulle sue attività cinematografiche e politiche e su tutti i personaggi, gli eventi ed i trascorsi a lui collegati e collegabili anche se indirettamente connessi alla vita sublacense.
Come già ti avevo esternato telefonicamente, qualora non ci fossero le possibilità da parte del Comune di Subiaco o tua di porre rimedio a tali mancanze per far inaugurare la "3^ Mostra del Cinema e della Fotografia di Subiaco - Memorial Tullio Piacentini" secondo dei criteri validi, ti prego vivamente di far evitare in altre manifestazioni l'utilizzo di diciture che possano essere riconducibili a questa manifestazione o che, peggio ancora, possano mettere a repentaglio l'immagine del Memorial Tullio Piacentini... laddove potrebbe correre il rischio di essere strumentalizzato con diciture similari e mirate ad altri obiettivi promozionali.
Certo del fatto che conosci bene il mio pensiero, coerentemente trasparente sin dalla prima edizione del Memorial, così come lo leggi in questa mia email, preferisco non fare sfoggio di diplomazia pur di essere chiaro ed inequivocabile verso chi ha/avrebbe intenzione di omaggiare la figura di mio padre Tullio Piacentini.
Resto in attesa di tue notizie per tutti gli altri aspetti qui non menzionati.
Un abbraccio.
Michele Piacentini